canottieritreporti.blogspot.it

sabato 1 giugno 2013

"Stufi de parlar de Fuga"

Una regata su pupparini Invernale e per di più notturna! Ma cosa hanno pensato gli organizzatori? Di sicuro una novità, grazie anche al buon Signor Meteo, perciò sarà interessante per vari motivi assistere alla manifestazione, anche perché...
Il sole tramonterà domani, sotto sera, mentre la Laguna lentamente si preparerà ad una guerra, più che a una regata, ecco ai lettori il peperoncino che condisce il piatto:

Nella regata degli uomini, a S.Erasmo, nove equipaggi si batteranno non solo per il primo posto e per le bandiere, ma per molto di più. Partendo in ordine cromatico, il bianco dei fratelli Lazzarini gareggia spinto dall'euforia di una seconda posizione conquistata l'anno scorso; avete mai provato l'amarezza del "quasi vincere"? Proprio quella, c'è solo una posizione migliore del secondo e loro vorranno sicuramente assaporarla.

Dopo il bianco, nella voga, si passa al "canarin", ovvero il comune giallo; vogano con questi colori l'equipaggio dei due Tagliapietra, uno "Ciaci" l'altro "Panna". Qui apriamo una parentesi: a ridosso delle eliminatorie, subito dopo la preparazione invernale, il "Panna" vogava in coppia con "Gregolin", oggi avversario, nel pupparino Marron, in coppia con il neo arrivato "Gusso". Tra questi due ex compagni, più che una diceria è il fatto  che ora regna un certo attrito, come se uno volesse dimostrare a l'altro di aver sbagliato, come se l'orgoglio di entrambi spingesse per dimostrare a tutti chi è il più forte. Canarin e Marron, una lotta tra ex compagni, una lotta tra un resuscitato (Ciaci) e una nuova stella (Gusso): oltre al primo posto, tra questi ci si giocherà molto di più, chi batterà l'altro?

Passiamo al Viola, equipaggio dei vincitori dell'anno scorso, i pellestrinotti Busetto-Vianello, cosa dire di loro? Da anni dimostrano di essere fortissimi, affiatati, inaffondabili. Nella serie B quasi imbattibili, ogni tanto, apparsi anche in serie A. Ma alle eliminatorie, qualcosa è andato storto, non hanno confermato le solite aspettative e si sono qualificati con un curioso secondo tempo. E' stato un caso o c'è aria di crisi? Faranno di tutto per dimostrare la prima ipotesi e vincere di nuovo.

Tocca al celeste di Busetto Federico e Goattin Luca, chi sono? Le new entry, la sorpresa delle eliminatorie: non c'è molto da dire, staremo a guardare, giovani, forti, con voglia di stupire. Buona fortuna a loro.

Rosso fuoco, rosso bandiera, rosso sangue: i favoriti, due che l'hanno già vinta anni fa, con diversi compagni, in diversi ruoli per quanto riguarda il proviere, ma comunque due vincenti. Stiamo parlando di Costantini-Ortica. Il primo tempo alle qualifiche ha fatto ben sperare agli amici e ai tifosi dei due, ma alcune ombre di malori di schiena, febbri e quant'altro sembrano dar speranza agli avversari. E' una tattica anche questa o veramente dovranno fare i conti prima con sé stessi e poi con gli altri? Staremo a vedere, comunque sia, saranno fortissimi.

Verde speranza, verde che cosa? Garlato-De Pol, due "Cronoman", qualificati a Pellestrina in serie A l'anno scorso, specialisti del Pupparino, qualche tentennamento in gara, si dice non abbiano un gran scatto, ma se tengono botta dopo le prime battute, chi li ferma più? Curiosità alle stelle anche per loro, staremo a vedere.

Arancio, Marzi-Selle, esperienza a Go Go per entrambi: Sono vecchi, ma sono forti, ma sono vecchi davvero? Mah, dalle qualifiche non sembra, primo tempo, botti su botti, grandi aspettative anche per loro. Si dice che voghino soltanto per la vittoria, potrebbe esserci qualche malumore in caso contrario tanto da riaprire il Voga mercato?

Rosa dolcezza, Rosa femminilità, Rosa tenerezza! Ma in gara loro non solo per niente! Due mastini, due che vogano anche con i denti! Zennaro-Mainardi, che forti! Che portenti! Hanno il dente avvelenato poiché dall'anno scorso devono riscattare una bandiera mancata, proprio qui a S.Erasmo, causa brutto numero d'acqua, a dir loro. Ci sarà da divertirsi, ve lo assicuro, teneteli d'occhio.

"Cinquanta sfumature di Marron", Gregolin-Gusso, temerari avversari del Canarin di cui abbiamo già parlato e di cui sapete già il motivo. In canale, con tutti gli scatti che hanno fatto, per poco davano fuoco alla barca. Lo faranno anche in gara? Chi lo sa, Buona fortuna a loro, buona fortuna a tutti.

Aperta la guerra ai commenti! Se qualcuno avesse chicche da aggiungere, curiosità, gossip o notizie sui nostri personaggi da regata, ben venga il commento! Sfogatevi, come avrete ben letto, non ci si morde più la lingua.
Buona regata a tutti.
Lazzarini Francesco

Ps. Scusate qualche errore di ortografia nel titolo del post...

5 commenti:

Anonimo ha detto...

vai a fare il giornalista checco!

Canottieri Treporti ha detto...

Bentornato Francesco tra gli autori del Blog...

Francesco Lazzarini ha detto...

Spero che l'articolo piaccia ai più e che venga preso con il semplice intento per cui l'ho scritto...ovvero solamente dare un po' più vita ad una regata che a mio parere merita di essere seguita.

Ps. Fatelo leggere a Cardona, se vuole gli do qualche consiglio, non a gratis! muahaha

Anonimo ha detto...

Checo so mattia oh ti ze na bestia! Grande bravo curioso ho letto l articolo interessante e simpaticissimo! Bravissimo!!!

mirco ha detto...

post, pieno di brio, di pennellate di colore e di scorci psicologici delineati con sicurezza. Non manca una vena di allegra ironia. Fatto proprio bene. Bravo Francesco!